Grigioni - Cultura architettonica

alt_title_logo Kantonsbibliothek Graubünden
Chantun Grischun
Cantone dei Grigioni
Epoca carolingia
indietro alla lista

Kapelle S. Lucio*

6534 S. Vittore
Il piccolo impianto, nascosto nel pittoresco gruppo di case della frazione di Pala, è formato da un oratorio pressoché quadrato al cui angolo S-E si eleva, su uno zoccolo roccioso, un curioso edificio a pianta circolare, restauro 1979-86.

Quest’ultimo edificio, che richiama un battistero, è chiaramente dell’VIII sec., come all’esterno indicano sia le specchiature a doppio arco, in risega, con fregio a dadi dipinti in bianco e rosso, sia le esili monofore praticate in alto. È prob. che sia sempre stato addossato a un’altra struttura; l’odierno oratorio risale prob. al XIV sec. E fu soprelevato due volte, forse già nel XVI ma certamente nel XVII sec., momento in cui si procedette ad aprire nuove finestre e a rialzare il campanile a vela; campana firmata da Vivianus Stemalius, 1200 ca. Vano unitario quasi quadrato coperto da un soffitto piano nel quale sul lato des. si spinge la roccia.

Pitture murali di maestri lombardi, seconda metà XIV sec., riportate alla luce durante gli ultimi restauri: in facciata tre figure, S. Cristoforo, Cristo in una mandorla e S. Martino; internamente, sulle pareti N e E, teoria di santi e Madonna in trono col Bambino. Altare in stucco poggiato direttamente sulla roccia, XVII sec. Sulla parete O si trova un dipinto murale raffigurante S. Lucio, 1450 ca., staccato dalla rotonda. Immagine votiva del 1801. La ripida scala in legno che corre lungo la parete E conduce all’interno dell’edificio a torre: ambiente coperto da una piccola cupola, con quattro absidiole, tre strette feritoie e un palinsesto di pitture frammentarie quasi irriconoscibili.

(Guida d’arte della Svizzera italiana. A cura della Società di storia dell’arte in Svizzera, Bellinzona/Berna 2007)